Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulti l'informativa .
  • nerosubiancodue

    Il Centro Stampa
    Aziende e Privati

  • Operatività

    Il nostro Impegno
    Qualità dei Servizi

  • Stampa&Copia

    Tutti i nostri Servizi
    Copia/Stampa/Crea

  • Rilegature

    Allestimento 
    Dorso/Spirale/Pettine

  • Contatti

    Dove Siamo
    e-mail/Recapiti/News

  • Appalti in Corso

    Ritiro Documenti
    Elaborati/CD/DVD

  • Agenzia Grafica

    Graphic Agency
    Le nostre Grafiche

  • Tipografia Digit!

    Print E-Commerce
    Garanzia dei Servizi

  • Cloud Service

    I vostri Files al Sicuro
    Sempre a disposizione

  • Matrimonio.Yeah!

    On Line
    matrimonio.com

  • Trascrizioni

    Audio/Video 
    Formato Testo/Pdf

  • Web Creator

    Siti Web, and moore
    Responsive, Adaptive

FAQ - Domande e Risposte

D - In che costa consiste un Plottaggio?
R - Consiste nella stampa di un file, elaborato tecnico, sviluppato in genere con il software Autocad. Se il file è stato generato con il software medesimo, dovranno essere inserite nella cartella assime al file, il cosiddetto file ctb (settaggio dei colori e degli spessori delle penne) le immagini, chiamate anche Raster e tutti i collegamenti (eventuali) chiamati Xref. Il plottaggio può essere eseguito anche ed ovviamente da un file formato Pdf, in questo caso non occorre allegare nulla al file stesso, poichè nel file pdf vi è già compreso tutto.

D - Posso portare la mia carta da casa o da ufficio?
R - Purtroppo no. Vista la delicata natura delle nostre apparecchiature, per garantire sempre la massima qualità e standard di responsabilità, tutto ciò che viene prodotto all'interno dei nostri laboratori e sopratutto i consumabili, vengono unicamente ordinati ai nostri fornitori che ne garatiscono la qualità.

D - Potete fotocopiare libri di testo?
R - Assolutamente no, ne una ne alcune parti di essi, poichè protetti da Copyright. Stesso ed identico discorso per Cd o Dvd protetti da diritti d'autore.

D - Cosa si intende per dpi?
R - La qualità di un'immagine bitmap dipende dalla densità dei pixel che la compongono. Il concetto di risoluzione (intesa come densità) ha senso quando si parla della riproduzione di un oggetto reale, ad esempio una fotografia o la scansione di una pagina, ma perde di significato quando ci si riferisce a un file totalmente generato da un programma di disegno bitmap. Il livello di dettaglio della riproduzione di un'immagine digitale dipende dalla risoluzione di quest'ultima, cioè la quantità di informazione che essa contiene. Con una maggiore quantità di informazione, più è alta la risoluzione, migliore sarà la qualità e più dettagliata sarà la riproduzione. Sebbene simili, le unità di misura della risoluzione "DPI", "PPI" e "LPI", si riferiscono a separati metodi di misurazione, nonostante nella pratica esse tendano a essere usate interscambiandole. DPI (dots per inch) ‒ Unità di misura della quantità di punti di inchiostro che una stampante può depositare entro un pollice (inch, che corrisponde a 2,54 cm). Per la stampa litografica offset, una risoluzione di 300 dpi è lo standard.

D - Ho un file a 72 dpi e un altro a 96, quale è il migliore per la stampa?
R - Purtroppo nessuno dei due. Sono immagini in bassa risoluzione e non adatti per una stampa ottimale, specialmente se essi debbono essere ingranditi. Suggeriamo sempre la risoluzione minima a 200 dpi.

D - Devo stampare dal mio Smartphone, posso inviarlo su whatsapp?
R - L'unica maniera di inviarci un file, è quella di trasmettercelo via e-mail. In tutti gli smatphone di utima generazione ne è presente almeno una, che occorre al telefono stesso per sincronizzare rubrica, messaggi etc.

D - Come preparo un file pronto per la stampa?
R - Per una rapida e corretta realizzazione dei vostri progetti, consigliamo di rispettare alcuni accorgimenti: Impaginare correttamente lasciando sempre almeno 5 mm di distanza tra i testi, gli oggetti ed il margine di taglio. Inoltre, se il programma utilizzato lo permette, estendere lo sfondo di 5 mm oltre il margine di taglio per evitare filetti indesiderati; Controllare scrupolosamente ogni parte per verificare l'assenza di errori; Ove possibile convertire in tracciati tutti i font o verificare che siano inseriti correttamente nel documento, rasterizzare le eventuali trasparenze e verificare che il documento e le immagini siano in quadricromia (CMYK); Salvare il file per la stampa utilizzando un formato che garantisca coerenza con l'originale: PDF TIFF JPEG (in questo caso utilizzando basse compressioni per non intaccare eccessivamente la qualità). Perché lo stampato finale non risulti di scarsa qualità, non utilizzare mai risoluzioni inferiori a: 150 dpi per stampe di grande formato 250/300 dpi per stampe in digitale di piccoli formati.

D - RGB o CMYK?
R - RGBè un modello di colori le cui specifiche sono state descritte nel 1936 dalla CIE (Commission internationale de l'éclairage). Esso è un modello di colori di tipo additivo: i colori sono definiti come somma dei tre colori Rosso (Red), Verde (Green) e Blu (Blue), da cui appunto l'acronimo RGB, da non confondere con i colori primari sottrattivi Giallo, Ciano e Magenta. Altri 5 colori notevoli di questo tipo di modello sono il Giallo (Rosso + Verde), il Magenta (Rosso + Blu) e il Ciano (Verde + Blu), inoltre la somma dei tre colori costituisce il Bianco, e la loro totale assenza il Nero, come rappresentato dall'immagine accanto. Per le sue caratteristiche, è un modello particolarmente adatto nella rappresentazione e visualizzazione di immagini in dispositivi elettronici, difatti, la maggior parte dei dispositivi, normalmente, usa combinazioni di Rosso, Verde e Blu per visualizzare i pixel di un'immagine, tuttavia ciò fa anche si che lo stesso sia particolarmente dipendende dal dispositivo in se: la stessa immagine potrebbe essere visualizzata in maniera diversa, se visualizzata su due dispositivi differenti, in quanto i materiali usati per realizzare gli schermi variano in base al produttore, inoltre si possono notare differenze nel corso del tempo anche nello stesso dispositivo, per via del naturale deterioramento dello stesso. Quasi tutte le tipologie di schermi usano il modello RGB per visualizzare le immagini, miscelando pixel dei 3 colori sopracitati e regolandone la rispettiva luminosità per mostrare il colore voluto.  CMYKè la sigla di Cyan, Magenta, Yellow, Key black. È un modello di colore a sintesi sottrattiva, che viene usato nei dispositivi di stampa a colori (stampanti, plotter, ecc.) e consiste materialmente nella miscelazione di sostanze che, riflettendo solo una parte dello spettro luminoso, appaiono di uno specifico colore, quali inchiostri, pigmenti, vernici. In questo caso, il colore riflesso è il risultato della sottrazione dallo spettro luminoso delle frequenze assorbite dallo strato di sostanze opache. La riproduzione del colore in stampa tramite questi quattro inchiostri (ciano, magenta, giallo, nero) è detta stampa in quadricromia.

  • Recapiti Telefonici

    Tel.: (+39) 06 5414480
    Mb.: (+39) 340 6360673

  • Mailing

    info@nerosubiancodue.com                    
    stampa@nerosubiancodue.com

  • Depliant

    Presentazione
    Pdf 3Mb.

  • Site Map

    Elenco delle pagine interne
    Link&Condivisioni

  • Faq

    Domande e Risposte
    Consigli Pratici

  • Utilità

    Risorse Utili
    Testo/Disegno/Pdf